Scopriamo insieme la “Motor Valley Fest”

20 maggio, 2019 Published in Food & Beverage | Motors, Yachts and Airplanes

Con il taglio del nastro nella splendida cornice del Teatro Comunale Luciano Pavarotti si è inaugurata la prima edizione della “Motor Valley Fest”, alla presenza di John Elkann, presidente di FCA e del simpatico attore Paolo Cevoli. Una manifestazione che parla di bellezza, di eccellenza e del futuro dell’automotive”, settore sempre più orientato verso l’elettrificazione e la guida autonoma. Su questo tema sono stati organizzati numerosi talk show, a testimonianza dell’interesse generato da questo argomento. Il  Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Danilo Toninelli ha voluto ammirare in prima persona i gioielli a due e quattro ruote presenti all’evento.
Il Museo Storico Alfa Romeo di Arese ci ha accompagnati in un emozionante viaggio nella storia di due miti: Alfa romeo e Ferrari, sottolineando il forte legame che da sempre unisce questi due marchi. Testimoni d’eccezione Piero Ferrari che ci ha raccontato suggestivi fatti e aneddoti e due auto straordinarie: la RL Targa Florio e la 8C 2300 Mille Miglia, sulla quale comparve per la prima volta lo stemma della Scuderia Ferrari, in occasione della 24 Ore di Spa-Francorchamps del 1932.

Una pioggerellina leggera ha accompagnato, nella giornata di sabato, l’arrivo della 1000miglia a Modena. Un momento che ha scaldato i cuori degli appassionati.

Adrenalina allo stato puro ha pervaso i presenti durante i Motor1days, tenutisi presso l’Autodromo Marzaglia. Qui insieme a ai piloti e ai bolidi da corsa si è potuta vivere l’esperienza della pista.  Si è assistito alla BMW M2 Competition e alla Roborace, nella quale si sono sfidate le DevBot 2.0 di Season Alpha, auto elettriche a guida autonoma. La più ammirata e desiderata è stata la Bugatti Divo: una delle auto più esclusive e potenti al mondo, realizzata in soli 40 esemplari ed esposta per la prima volta in Italia.

Modena è famosa anche per le eccellenze enogastronomiche e per i suoi bellissimi monumenti storici. Per celebrarli, durante la notte bianca, i luoghi culturali sono rimasti aperti fino a tarda notte, così come la “Piazzetta del Gusto”.

Nel Loggiato, al primo piano di Palazzo Ducale, sede dell’Accademia Militare, è stata organizzata un’esclusiva cena, i cui inviatati sono stati deliziati dai piatti preparati da Massimo Bottura, chef tre stelle Michelin. Il maestro, con le sue creazioni che uniscono tradizione e innovazione, ha valorizzato alcune delle eccellenze culinarie dell’Emilia Romagna (il Parmigiano Reggiano DOP, l’Aceto Balsamico Tradizionale di Modena DOP e il Lambrusco).

La terra dei motori ha regalato tre giorni di straordinaria eccellenza.

Motor Valley Fest è realizzato da Regione Emilia Romagna – APT Servizi, Comune di Modena, Bologna Fiere con Edimotive Motor1, Meneghini & Associati, Associazione Motor Valley Development, Vision UP e ACI Modena, con il contributo di Camera di Commercio di Modena, Fondazione Cassa di Risparmio di Modena, Bper Banca e finanziato nell’ambito dei Fondi Europei 2014-2020 della Regione Emilia Romagna – Por Fesr.

Foto credit @motorvalley

www.motorvalley.it – www.facebook.com/MotorValleyIT/ – www.facebook.com/dolcissimame.it/

Leave a Comment

Your email address will not be published. The mandatory fields are marked with *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>