L’elegante raffinatezza del Boeucc

9 Marzo, 2022 Published in Food & Beverage

Lo splendido Palazzo Belgioioso racchiude la tradizione culinaria milanese. Qui infatti eleganti sale arricchite con colonne e vetrate decorate ospitano il Boeucc, storico ristorante di Milano. Uno scritto testimonia la sua esistenza già dal 1696 anche se allora era una piccola osteria ubicata tra via Durini e via Borgogna; fu nel 1939 che si trasferì nell’odierna sede dando il vial alla sua gloriosa tradizione gastronomica. Un tempo qui si trovavano le antiche scuderie e su alcune colonne sono ancora presenti i segni dei ferri dove venivano legati i cavalli.
Il nome Boeucc è una parola del dialetto milanese con influenze sia della lingua spagnola che di quella austriaca e significa “buco”, scelto forse perché all’origine era molto piccolo, oppure perché, quando nacque, c’era l’usanza per mantenere fresche le bottiglie di vino di metterle in buchi nei muri, visto che i frigoriferi ancora non esistevano.

Il menù riesce a coniugare piatti tipici della cucina locale con altri dal gusto più internazionale e il servizio, in abito nero, è impeccabile senza incutere soggezione. Squisito il “RISOTTO CARNAROLI CLASSICO GRAN RISERVA “FEDELI CON PISTILLI DI ZAFFERANO” e gli “GNOCCHI FATTI IN CASA AI QUATTRO FORMAGGI CON PISTACCHIO”. Come vino “ERBALUCE DI CALUSO LA RUSTIA” dell’Az. Agr. Orsolani.

“Non si può pensare bene, né amare bene, né dormire bene se non si è pranzato bene.” Virginia Woolf

In the splendid Palazzo Belgioioso there is the Milanese culinary tradition. Here, in fact, elegant rooms enriched with columns and decorated windows host the Boeucc, a very iconic and historic restaurant in Milan. A writing testifies to its existence since 1696 even if it was only a small tavern located between via Durini and via Borgogna; in 1939 it moved to today’s headquarters starting his glorious gastronomic tradition. Once here were the ancient stables and on some columns there are still the signs of the horses irons. The name Boeucc is a word of the Milanese dialect with influences from the Spanish and Austrian languages and means “hole”, chosen perhaps because this restaurant was originally very small, or because, when it was born, to keep fresh bottles of wine they were put in holes in the walls, because refrigerators did not yet exist. The menu combines typical courses of local cuisine with others with a more international taste and the service, in black dress, is impeccable without instilling awe. Exquisite the “CLASSIC CARNAROLI GRAN RISERVA RISOTTO WITH SAFFRON PISTILS” and the “HOMEMADE GNOCCHI WITH FOUR CHEESES AND PISTACHIO”. The wine: “ERBALUCE DI CALUSO LA RUSTIA” by Az. Agr. Orsolani.
” One cannot think well, love well, sleep well, if one has not dined well.” Virginia Woolf

www.boeucc.itwww.facebook.com/boeuccmilano/www.facebook.com/dolcissimame.it

Leave a Comment

Your email address will not be published. The mandatory fields are marked with *